Goldman Sachs tiene d’occhio Bitcoin: CEO

Standard

David Solomon di Goldman Sachs oggi ha toccato Bitcoin e la digitalizzazione del denaro in una chiamata di guadagno. Ecco cosa aveva da dire.

  • Il CEO di Goldman Sachs David Solomon ha ribadito oggi che la banca sta tenendo d’occhio Bitcoin.
  • Questo perché i clienti della banca sono interessati alle criptovalute.
  • Solomon ha aggiunto che la banca non può ancora agire come principale per le criptovalute.

Goldman Sachs continua a riconoscere l’importanza del Bitcoin

Il CEO della banca, David Solomon, ha toccato oggi le criptovalute e le valute digitali della banca centrale (CBDC) in una chiamata di guadagno.

„Man mano che le attività in queste aree [criptovalute, blockchain e digitalizzazione del denaro] progrediscono, ci sarà una significativa interruzione e cambiamento nel modo in cui il denaro si muove nel mondo“, ha detto.

„C’è anche un’attenzione significativa sulle criptovalute come Bitcoin, dove la traiettoria è meno chiara mentre i partecipanti al mercato valutano la loro possibilità come riserva di valore“, ha aggiunto.

I commenti del CEO hanno fatto eco a ciò che ha detto all’inizio di questo mese: che i clienti della banca sono interessati a Ethereum Code, ma che è necessaria una regolamentazione più chiara affinché la società possa agire come principale con le crypto.

Goldman Sachs sta tenendo d’occhio gli asset digitali. Ha intenzione di offrire prodotti di investimento in Bitcoin ai suoi clienti di gestione patrimoniale, e ha recentemente annunciato la riapertura del suo trading desk di criptovalute.

Ma la regolamentazione negli Stati Uniti sta rallentando le cose

„Naturalmente dobbiamo operare all’interno delle attuali linee guida normative“, ha continuato Solomon. „Per esempio, non possiamo possedere Bitcoin o scambiarlo come principale“.

Il CEO ha aggiunto che la banca „giocherà un ruolo in queste innovazioni perché sono importanti per i nostri clienti e importanti per il futuro dei sistemi finanziari globali“.

Solomon ha anche menzionato i CBDC. Un CBDC è un asset digitale centralizzato, controllato da un governo o dalla sua banca centrale, che vuole migliorare il funzionamento delle valute fiat native, come il dollaro americano o lo yen giapponese.

I paesi sono in diverse fasi di produzione di un CBDC. La Cina sta già pilotando una versione digitale dello yuan, ma gli Stati Uniti sono ancora indietro; la Federal Reserve ha detto che non è ancora vicina a prendere una decisione sul rilascio di un CBDC.

Solomon ha riconosciuto l’importanza di tale tecnologia, dicendo che le banche centrali di tutto il mondo stanno esaminando i CBDC per elaborare „l’impatto a lungo termine sui sistemi di pagamento globali“.